Presentazione del corso

 

Video presentazione del Corso di Laurea

Slide show presentation del Corso di Laurea

Le statistiche ALMA LAUREA (anno di laurea di riferimento 2019) confermano un tasso occupazionale (a 1-3 anni dalla laurea) pari al 100% del Corso di Laurea Magistrale in Ingegneria delle Telecomunicazioni dell'Università di Catania.
 

 

ll Corso di Laurea Magistrale in Ingegneria delle Telecomunicazioni è orientato alla formazione di figure di livello professionale elevato, che, siano in grado di applicare e sviluppare innovazione tecnologica all'interno di aziende e laboratori di ricerca, nel settore sia pubblico che privato. In particolare, il Corso di Laurea in Ingegneria delle Telecomunicazioni persegue obiettivi formativi nell'ambito delle tecnologie dell'informazione e della comunicazione che sempre più caratterizzano l'attuale "società dell'informazione", contribuendo in maniera determinante all'innovazione di settori quali lavoro, produzione, media, trasporti, sicurezza, salute, ambiente.

L'Ingegneria delle Telecomunicazioni integra le conoscenze nell'ambito dell'Ingegneria Elettronica e Informatica acquisite nei CdS di primo livello con una specifica conoscenza e comprensione degli aspetti sistemistici e tecnologici inerenti la progettazione, l'integrazione, la gestione e l'ottimizzazione delle varie componenti dei sistemi interconnessi, complessi e in continua evoluzione (quali ad esempio quelli inerenti smart cities, industria 4.0, cyber-physical systems, Internet of Things, homeland security), in modo da individuare soluzioni ingegneristiche innovative nel rispetto dei vincoli di affidabilità, efficienza, ottimizzazione delle risorse, e sostenibilità. Tale impianto formativo è inteso a creare figure professionali in grado di soddisfare non solo le esigenze dei comparti industriali di riferimento, ma anche in ambiti interdisciplinari quali ad esempio l'aerospaziale, la bioingegneria, la difesa, la sanità. A questo scopo il Corso di Laurea Magistrale in Ingegneria delle Telecomunicazioni offre un progetto formativo  che copre quattro aree che nel loro insieme garantiscano agli studenti un'adeguata padronanza delle conoscenze, sia di base che applicative, necessarie al progetto, alla realizzazione e all'esercizio di apparati, sistemi e servizi di telecomunicazioni.

Ciò porta alla definizione di un percorso formativo che si articola dando grande rilievo alle discipline dell'ambito caratterizzante (Telecomunicazioni e Campi Elettromagnetici). In particolare, data la presenza sul territorio di aziende di punta a livello nazionale e internazionale che operano nel settore delle comunicazioni wireless, il progetto formativo prevede ampio spazio per l'acquisizione di competenze per la progettazione di sistemi e apparati wireless e di antenne. Inoltre, in considerazione delle tendenze del mercato dei servizi, viene dato grande rilievo alle conoscenze inerenti i servizi telematici e multimediali, nonchè a discipline avanzate quali quelle relative a paradigmi emergenti, quali i sistemi 5G, l'Internet of Things e la Network Softwarization.

Il Corso di Laurea Magistrale in Ingegneria delle Telecomunicazioni ha inoltre l'obiettivo di consolidare la preparazione negli aspetti tecnico-scientifici delle discipline di base dell'Ingegneria dell'Informazione, con particolare attenzione alle competenze di informatica ed elettronica. Per tale ragione il percorso formativo include 18 CFU per attivita' affini e integrative (9 CFU di insegnamenti di Elettronica e 9 CFU di insegnamenti di Informatica); gruppi opzionali inoltre permettono agli studenti di personalizzare il proprio percorso di studi.

Gli insegnamenti sono erogati in lingua inglese allo scopo di avviare gli studenti a un percorso di internazionalizzazione, così come richiesto dal mercato professionale. In quest'ottica gli studenti vengono anche costantemente incentivati a esperienze formative all'estero, quali le opportunità previste dai programmi Erasmus e Erasmus+ Traineeship.
Per garantire un collegamento con il mondo del lavoro sono previsti 3 CFU di tipo "Altre conoscenze utili per l'inserimento nel mondo del lavoro" che vengono di norma affidati a docenti esterni provenienti dal mondo dell'industria; viene inoltre organizzata almeno una visita l'anno presso aziende del territorio. La tesi di 18 CFU, ove richiesto dallo studente, viene svolta presso aziende o enti di ricerca in Italia o all’estero con la supervisione di un relatore universitario e di un relatore dell’ente ospitante con ore da dedicare alle esperienze pratiche e di laboratorio (http://www.dieei.unict.it/it/corsi/lm-27/laboratori) in modo da permettere allo studente di consolidare sul campo le conoscenze teoriche acquisite.